Messaggio

L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro

Celebrare una ricorrenza come il centocinquantenario dell'Unità d'Italia significa, inevitabilmente, interrogarsi circa i valori che mantengono unita la comunità nazionale. I padri costituenti ben intesero questa necessità, indicandoci il lavoro come fondamento del nuovo Stato che sorgeva dopo la tragedia della guerra.

Durante il precedente grande appuntamento celebrativo, quello per il centenario dell'Unità nel 1961, Torino dedicò buona parte delle manifestazioni d'allora proprio al lavoro, alle sue conquiste alle sue speranze.

Nel palazzo denominato appunto Palazzo del Lavoro (progettato dall'architetto Pier Luigi Nervi) si tenne un'importante mostra, cui parteciparono oltre 20 nazioni, per celebrare il lavoro come fattore di progresso per l'umanità, come fondamento dell'avanzamento delle scienze che devono sempre volgersi e indirizzarsi a procurare benessere all'uomo.

Completare l'Unità è stata un'opera faticosa, sia per i nemici interni sia per la necessità di comporre in un'unica comunità nazionale le tante identità regionali che i secoli di divisione avevano prodotto. L'Italia del 1961 ritrovava nel valore del lavoro l'energia e la forza per cercare di avanzare sulla strada del progresso, del benessere e della fratellanza.

Il filmato realizzato dall'Istituto Luce qui proposto fornisce un'interessante testimonianza di tutto ciò, permettendoci, a distanza di 50 anni, di visitare nuovamente le strutture del complesso "Italia '61" ritrovando, contemporaneamente, lo spirito che allorà animò le celebrazioni.