Messaggio

Il Compendio garibaldino a Caprera

Garibaldi aveva acquistato, fin dalla metà degli anni Cinquanta, circa la metà dell'isola di Caprera, al largo della Sardegna. Lì aveva restaurato un vecchio edificio diventato poi la sua nuova residenza. In questo casolare, chiamato poi "Casa bianca", il generale intendeva trasferirsi con tutta la sua numerosa famiglia.

E fu infatti quello il luogo in cui trascorse gli ultimi anni della sua intensa vita, in compagni dell'ultima moglie, Francesa Armosino. E in quel luogo, il 2 giugno del 1882, Giuseppe Garibaldi si spense. Dopo la morte del generale, la casa continuò ad essere la dimora della famiglia e, in particolare, lì rimase la figlia Clelia, alla quale si deve il mantenimento in buono stato dell'edificio.

Tutto il complesso dell'isola di Caprera, conosciuto con il nome di Compendio garibaldino, fu acquistato, nel 1978, dallo Stato italiano che lo trasformò in un museo.

Per maggiori informazioni clicca qui.