Messaggio

Il centenario della morte di Giuseppe Mazzini

Nel 1872, sotto il falso nome di dottor Brown, moriva a Pisa Giuseppe Mazzini, clandestino in patria dopo anni di lotte, di amarezze e di esilio.

Un secolo dopo una mostra organizzata al Museo centrale del Risorgimento, sito nel complesso del Vittoriano in Roma, ricorda la figura del grande rivoluzionario genovese. Ne è testimonianza questo filmato messo a disposizione dall'Istituto Luce che mostra il professor Alberto Maria Ghisalberti, al tempo presidente dell'Istituto per la Storia del Risorgimento, accogliere personalmente e accompagnare i visitatori.

La ricostruzione biografica della vita di Mazzini è, in questo caso, particolarmente centrata sull'avventura rivoluzionaria della Repubblica romana, le aspirazioni da cui era scaturita, le sconfitte a cui sarebbe andata incontro.

La Repubblica romana, in effetti, è probabilmente l'apice del mazzinianesimo politico, nonostante dopo la sconfitta subita nel 1849 Mazzini non recederà né dai propri ideali né dalle proprie intenzioni rivoluzionarie.