Messaggio

Sicilia 1960. Garibaldi e l'isola

La Sicilia fu contemporaneamente il laboratorio in cui maturarono gli antefatti che portarono alla liberazione del Mezzogiorno e il trampolino di lancio dell'epica impresa dei garibaldini.

Nelle immagini messe a disposizione dall'Istituto Luce si ripercorrono le giornate che, nel 1960, segnarono le celebrazioni per il centenario dello sbarco di Garibaldi e delle battaglie che i suoi volontari combatterono.

Certo il tono delle celebrazioni è dichiaratamente agiografico e teso a rendere onore a Garibaldi e ai suoi. Ma non mancano gli opportuni riferimenti ai "picciotti", ossia quegli isolani che passarono immediatamente nelle fila garibaldine, e alla resistenza opposta dalle armate borboniche.

Ma, soprattutto, è da rilevare il continuo richiamo all'importanza della memoria degli eventi passati per le nuove e future generazioni, chiamate a raccogliere quella sfida che il Risorgimento non ha del tutto concluso. In questo senso, le autorità dell'isola, in occasione delle celebrazioni, orgogliosamente poterono commemorare anche il 15° anniversario della redazione dello Statuto della Regione siciliana, strumento che coniuga insieme le peculiarità dell'isola e il senso di appartenenza dei siciliani alla comune patria italiana.